Content marketing: cos’é e come il libero professionista può utilizzarlo?

Scritto da Mila Goncalves – giornalista e digital marketing specialist (per saperne di più clicca qui)

In un mercato sempre più ampio e competitivo, in cui il concorrente molte volte è a migliaia di chilometri di distanza e il cliente è sempre più consapevole degli acquisti che fa, dobbiamo differenziarci. 

L’evoluzione del mercato è continua e la presenza online è indispensabile. Quindi la libera professionista o l’imprenditrice che si prepara per inserirsi in questo scenario digitale deve rivedere il suo modello di business (come abbiamo visto nell’articolo ‘Il libero professionista nel digitale: come avere una comunicazione assertiva’ (clicca qui per leggere l’articolo)  ma deve anche saper produrre i contenuti di modo giusto per arrivare al cliente ideale.

 A questo punto, quando parliamo di contenuti per web ci riferiamo al Content Marketing. 

Ma cosa significa Content Marketing?

È il carburante dell’inbound marketing, è la produzione strategica di contenuti efficaci e di alta qualità per il tuo pubblico target che, in modo molto naturale e spontaneo, attirerà a te i tuoi clienti ideali. In poche parole l’idea è quella di informare e educare le persone in modo tale che in futuro non solo rispettino il tuo marchio e lo abbiano come riferimento, ma diventino anche tuoi clienti.

Questo è un modo particolarmente nuovo di fare marketing. La prima volta che si è sentito parlare del marketing di contenuto è stato nel 1895.  In quell’anno, John Deere, azienda leader nel segmento delle macchine agricole negli Stati Uniti, ha pubblicato il primo numero della rivista “The Furrow”

Ha osato e ha scelto di condividere contenuti con il pubblico interessato all’agricoltura piuttosto che creare semplicemente pubblicità “spingendo” i prodotti fabbricati dall’azienda.

È vero che non tutti i lettori della rivista avevano i trattori John Deere, ma leggendo le informazioni del marchio, hanno potuto scoprire argomenti interessanti che pensavano fossero inesistenti fino ad allora. L’escalation di successo della rivista fu rapida e nel 1912, a meno di 20 anni dal suo lancio, la pubblicazione aveva già raggiunto 4 milioni di persone. 

Oggi, The Furrow ha una portata globale viene tradotta in 14 lingue ed è incentrata su temi legati all’agricoltura

Come il libero professionista può fare il content marketing?

Sicuramente i contenuti strategici non sono le bellissime foto dei tuoi prodotti che ogni singolo giorno pubblichi su Instagram o i video con una produzione hollywoodiana per far vedere il tuo ultimo lavoro o, ancora, le tue email settimanali con le offerte.

Dobbiamo seguire il concetto di John Deere che, in poche parole, è quello di educare il pubblico, acquisire l’autorità sull’argomento e influenzare la decisione di acquisto.

Il Content Marketing non riguarda ciò che fa la tua azienda, ma ciò che i tuoi clienti hanno bisogno di sapere. 

Allora, come è il content marketing nella pratica?

Ci sono strategie e tecniche che puoi mettere in moto per avere risultati positivi con il content marketing nel digitale e per iniziare è necessario avere un Piano Strategico.

Vediamo in cosa consiste:

È un documento, chiaro, strutturato, fatto ad hoc e che serve da guida del progetto step by step per creare i contenuti giusti in base al livello di bisogno del potenziale cliente, facendogli fare un percorso logico e naturale. 

Gli steps sono:

– La definizione degli obiettivi del progetto

– L’analisi e definizione del target di riferimento

– La scelta dei canali digitali più efficaci

– La stesura del calendario editoriale per la creazione dei contenuti

In quest’ultimo si scelgono i messaggi, gli orari e le metodologie di tutto ciò che sarà pubblicato.

Ti lascio dei dati che, secondo me, evidenziano l’importanza dell’utilizzo del content marketing negli ultimi anni:

Ricerca fatta da Rock Content nell’anno di 2016:

• Aziende che adottano il content marketing generare 4 volte più visite e 5 volte più Lead;

• Le aziende che pubblicano contenuti sul blog hanno 3.7x più visite;

• Aziende che pubblicano più di 12 contenuti per mese generare il doppio del traffico sul tuo sito web;

Nel 2020 il Content Marketing Institute pubblica i seguenti dati:

• Il content marketing costa il 62% in meno rispetto al marketing tradizionale e genera un numero di lead 3 volte superiore;

• Il 77% degli utenti di Internet legge i blog e il content marketing ha tassi di conversione 6 volte superiori ad altri strumenti.

• Chi fa content marketing riceve traffico sul sito 8 volte di più rispetto a chi non usa questa tecnica;

Bene, non è tardi per iniziare a lavorare su una strategia di content marketing, a questo punto non resta che pensare cosa è veramente importante per i tuoi clienti e iniziare con la creazione di contenuti di valore perché, come dice Bill Gates:

THE CONTENT IS THE KING

Bill Gates (1996)

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: