Il cuore selvatico del ginepro di Vanessa Roggeri

Scritto da Anna Panzali

Oggi per la giornata mondiale del libro, inauguriamo un nuovo spazio del Magazine dedicato alla lettura. Vogliamo iniziare con un libro scritto da una donna sarda che sta avendo davvero successo:

Il cuore selvatico del ginepro di Vanessa Roggeri

Sono sempre stata una grande lettrice ma da qualche anno non riuscivo a trovare più uno spazio fisico e temporale per dedicarmi a questa mia passione, i compleanni passavano e i libri regalati si accumulavano nella libreria e sul comodino, iniziati e mai finiti per problemi di tempo e volontà.

Finchè un giorno, complice il lockdown, la mia bimba mi dice: “mamma perché non leggi un libro, te lo scelgo io!” (tenerezza infinita). Infila la sua manina (che sa di cioccolato e slime) nella libreria, la fa scorrere e si ferma su un libro la cui immagine la incuriosisce “IL CUORE SELVATICO DEL GINEPRO – di Vanessa Roggeri”

Penso: “Si va bene … tanto fra 10 minuti le cose della vita mi avranno già distolto dalla lettura”

Ebbene ho letto il libro d’un fiato!

La penna della Roggeri mi ha accalappiato e trascinato nel mondo della Sardegna dei primi del ‘900, mi ha spinto dentro le disavventure di una bambina che altro non chiedeva se non amore ma che, purtroppo, lo ha ricevuto solo dalla sorella maggiore. Il resto della famiglia, intrappolato nelle credenze e nella superstizione, l’ha trattata come un mostro, come una strega.

Ho pianto e vi giuro che non lo facevo da anni per un libro! Mi sembrava di potermi rivedere in Lucia (la sorella maggiore) che a soli 10 anni, contro ogni regola sociale del tempo, ha amato la sorella e l’ha salvata dalla morte dal primo momento.

Lo stile della scrittrice è talmente accattivante che non sono riuscita a staccare gli occhi dalle pagine; talmente chiaro e fluido che si scivola dentro il racconto e non se ne vuole uscire sino alla parola fine.

Ogni frase mette in moto un ricordo di paesi sardi, di racconti intorno al braciere, di maestrale che piega le chiome degli alberi, di nuraghi nascosti dalla vegetazione, di leggende antiche e rituali ancestrali, di vestiti pesanti, gonne lunghe e scialli ricamati, odore di fumo e di fango, di ginepro e mirto.

Il coraggio di una donna del tempo di andare contro le credenze e tradizioni popolari per amore di una sorella.

Brava! Bravissima Vanessa Roggeri! 

Ovviamente ho divorato in poco tempo anche gli altri due libri ed adesso sto aspettando l’uscita del suo nuovo romanzo… magari vi racconterò cosa ne penso!

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: