Rigoberta Menchù

Rigoberta Menchú ha ricevuto nel 1992 il Premio Nobel per la Pace “in riconoscimento dei suoi sforzi per la giustizia sociale e la riconciliazione etno-culturale basata sul rispetto dei diritti delle popolazioni indigene”. 

Nata in una numerosa famiglia contadina, ha iniziato a lavorare come bracciante agricola migrante all’età di 5 anni, in condizioni che causarono la morte di alcuni suoi fratelli e dei suoi amici. La madre e altri membri della famiglia furono torturati e uccisi dai militari o dagli “squadroni della morte” durante la guerra civile durata 30 anni. Il padre morì con un gruppo di contadini rifugiatisi presso l’ambasciata di Spagna durante una protesta.

Mentre i fratelli diventarono dei guerriglieri, Rigoberta Menchú scelse la strada di una lotta pacifica di denuncia del regime guatemalteco e della sistematica violazione dei diritti umani ai quali la gente indigena era sottoposta.

Per sfuggire alla repressione si esiliò in Messico, dove pubblicò la sua autobiografia “Me llamo Rigoberta Menchú y así me nació la conciencia” (1983), curata dall’antropologa venezuelana Elizabeth Burgos, con la quale ha raccontato al mondo intero la drammatica condizione delle popolazioni amerindiane del Guatemala.

Chiese ed ottenne, dopo lunghe lotte, il processo per il dittatore Montt che ha causato la morte di più di 200.000 Maya Ixil ed il loro genocidio.

Ora Rigoberta Menchú è ritornata in Guatemala per lavorare al cambiamento del suo paese.

One thought on “Rigoberta Menchù

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: